Salute del movimento

Il nostro corpo veicola il nostro spirito. Non a caso una delle malattie più angoscianti nell’immaginario collettivo è quella di avere piena coscienza di sé e non poter muovere assolutamente nulla. Perché è attraverso il movimento che riusciamo anche a parlare, ad annuire, a sorridere, a girare lo sguardo. Questa sindrome è chiamata “Incatenato dentro” ed è anche stata oggetto di un film intitolato “Lo scafandro e la farfalla”. Certamente tale patologia estremamente rara è un caso limite ma aiuta a far capire che senza il corretto funzionamento delle capacità motorie, l’espressione del nostro io più profondo ed anche l’esecuzione di gesti quotidiani considerati banali diventano impossibili. Non a caso appena abbiamo un problema che limita il nostro movimento (per una frattura, per un “blocco della schiena”, per una patologia cardiaca, per una malattia articolare, …) la nostra vita viene immediatamente ridimensionata e la nostra “libertà” ridotta.

Per questo motivo in OMNIAMED abbiamo voluto dedicare alla “salute del movimento” un gruppo di professionisti che affrontano, ciascuno dal proprio ambito specialistico, i problemi di salute che incidono sulla capacità di utilizzare al meglio il proprio corpo.

 

Oltre alla prospettiva di cura in questo settore della medicina, vi è molto spazio anche per la prevenzione: citiamo ad esempio l’ambito cardiologico per la riduzione delle patologie ischemiche e aterosclerotiche.

Strettamente collegato al movimento è lo sport: una corretta presa in carico da parte di un fisiatra, di un ortopedico, di un fisioterapista modifica in positivo le performance e i tempi di recupero sia di un agonista che di un semplice appassionato quando è accaduto un infortunio o semplicemente quando il corpo invia dei piccoli segnali di “stress”.